in ,

A che ora è morto Gesù?

A che ora è morto Gesù Ora Morte Gesù

Tutti conosciamo bene o male la Sua storia, ma in molti si domandano quale sia l’ora della morte di Gesù. Ebbene, per sapere a che ora è morto Gesù dobbiamo fare affidamento ai Test Sacri della Bibbia. La risposta breve è alle tre del pomeriggio, ma arrivare a questa conclusione non è né semplice né scontato.

Prima della Crocifissione

Sappiamo che Gesù fu arrestato di notte e portato da Pilato la mattina dopo. Matteo 27:1–2 ci dice: “1 Venuto il mattino, tutti i sommi sacerdoti e gli anziani del popolo tennero consiglio contro Gesù, per farlo morire2 Poi, messolo in catene, lo condussero e consegnarono al governatore Pilato».

Ci furono quindi una serie di udienze davanti a Pilato ed Erode, che era a Gerusalemme per la Pasqua (Luca 23:6–15). Ma la decisione finale spettava a Pilato che avrebbe voluto liberare Gesù (Luca 23:20) Alla fine, però, Pilato ritenne più vantaggioso e sbrigativo placare la folla.

24 Pilato, vedendo che non otteneva nulla, ma che si sollevava un tumulto, prese dell’acqua e si lavò le mani in presenza della folla, dicendo: «Io sono innocente del sangue di questo giusto; pensateci voi». 25 E tutto il popolo rispose: «Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli». 26 Allora egli liberò loro Barabba; e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.

(Matteo 27,24-26).

Alcuni indizi sull’ora della morte di Gesù

45 Dall’ora sesta si fecero tenebre su tutto il paese, fino all’ora nona. 46 E, verso l’ora nona, Gesù gridò a gran voce: «Elì, Elì, lamà sabactàni?», cioè: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?». 47 Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: «Costui chiama Elia». 48 E subito uno di loro corse a prendere una spugna e, inzuppatala di aceto, la pose in cima a una canna e gli diede da bere. 49 Ma gli altri dicevano: «Lascia, vediamo se Elia viene a salvarlo». 50 E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rese lo spirito. 51 Ed ecco, la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo, la terra tremò, le rocce si schiantarono.

Matteo 27:45-51

Quindi, secondo Matteo, Gesù è morto “verso l’ora nona”.

Luca 23:44–47 concorda con Matteo riguardo alle tenebre all’ora sesta e alla morte di Gesù verso l’ora nona.

44 Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. 45 Il velo del tempio si squarciò nel mezzo. 46 Gesù, gridando a gran voce, disse: «Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo spirò.
47 Visto ciò che era accaduto, il centurione glorificava Dio: «Veramente quest’uomo era giusto».

Luca 23,44-47

Marco, invece in 15:25 aggiunge ulteriori informazioni:

Era l’ora terza quando lo crocifissero.

Marco 15:25

CEO

Il resto del suo racconto concorda con Matteo e Luca riguardo ai tempi delle tenebre e alla morte di Gesù.

Dedurre a che ora è morto Gesù

Così, mettendo insieme i racconti dei Vangeli sinottici, scopriamo che:

  • Gesù fu crocifisso all’ora terza.
  • Le tenebre scesero all’ora sesta fino all’ora nona, e Gesù morì verso l’ora nona.
  • Gesù rimase sulla croce per circa sei ore, tre delle quali nel buio più totale.

Nella moderna concezione, il nuovo giorno inizia a mezzanotte, quindi si potrebbe pensare che la terza ora siano le 3:00. Tuttavia, il nuovo giorno ebraico iniziava al tramonto, ma le ore venivano contate dal sorgere del sole, che sarebbero state all’incirca le 6:00. Quindi la terza ora in cui Gesù fu crocifisso sarebbero state tre ore dopo il sorgere del sole, ossia circa le 9:00. La sesta ora in cui si racconta scesero le tenebre corrisponderebbe quindi a mezzogiorno e la nona ora, l’ora della morte di Gesù si può calcolare intorno alle 15:00. Tutto risolto dunque? No! Perché Giovanni sembra scrivere qualcosa di diverso.

13 Udite queste parole, Pilato fece condurre fuori Gesù e sedette nel tribunale, nel luogo chiamato Litòstroto, in ebraico Gabbatà. 14 Era la Preparazione della Pasqua, verso mezzogiorno. Pilato disse ai Giudei: «Ecco il vostro re!». 15 Ma quelli gridarono: «Via, via, crocifiggilo!». Disse loro Pilato: «Metterò in croce il vostro re?». Risposero i sommi sacerdoti: «Non abbiamo altro re all’infuori di Cesare».

Giovanni 19:13–15

CEO

Giovanni sembra porre l’udienza davanti a Pilato “verso” mezzogiorno, il che sarebbe in conflitto con quanto raccontato Marco, secondo il quale Gesù fu crocifisso alla terza ora o alle 9:00.

Chi ha ragione?

Alcuni hanno suggerito che Giovanni stia contando le ore con il metodo romano, ossia dalla mezzanotte, quindi la sesta ora sarebbe circa le 6:00 del mattino. Questo risolve il problema della cronologia; tuttavia gli studiosi lo ritengono improbabile, poiché questo metodo di calcolare le ore era normalmente riservato ai documenti legali romani. In più, questo metodo “romano” sarebbe incoerente con le altre notazioni del tempo presenti nel Vangelo di Giovanni.

Un’altra soluzione proposta è attribuire la menzione di Giovanni della sesta ora a un errore dello scriba. In questa teoria, uno dei primi copisti di Giovanni scrisse erroneamente Ϝ (il numero greco digamma, o 6 ) invece di Γ (il numero greco gamma, o 3 ). Ciò renderebbe Giovanni e Marco in completo accordo. Non ci sono tuttavia prove manoscritte di questa variante, pertanto, questa soluzione si basa interamente su congetture.

Altre Soluzioni sull’ora della morte di Gesù

Giovanni potrebbe dedurre l’ora in cui Gesù è morto, non in base al tempo, ma con un ragionamento teologico. La scelta dell’agnello pasquale si svolgeva di norma a mezzogiorno del giorno prima della Pasqua. Pertanto, quando Gesù fu condannato alla crocifissione, Giovanni fa riferimento a mezzogiorno (l’ora sesta) per sottolineare il fatto che l’Agnello di Dio era stato scelto. Tuttavia, questa soluzione ha le sue difficoltà cronologiche. Il “ giorno della preparazione ” menzionato in Giovanni 19:14è molto probabilmente la preparazione per il sabato di Pasqua, non la festa di Pasqua che richiederebbe la selezione dell’agnello. Il fatto che Gesù avesse già consumato la Pasqua con i suoi discepoli sembrerebbe indicare che il pasto stesso è già avvenuto.

C’è poi una soluzione basata sui calcoli imprecisi nel cronometraggio antico. Prima dell’uso di orologi e di altri dispositivi di cronometraggio, la giornata era solitamente suddivisa in blocchi di tre ore e le persone spesso stimavano e arrotondavano l’ora. In questa ipotesi, la differenza è nel modo in cui ogni apostolo ha stimato il tempo. Accettando questa soluzione, la scelta tra la terza e la sesta ora sarebbe una questione di stima personale.

Sommando tutti questi indizi si può quindi affermare che:

  • Gesù fu crocifisso di mattine e morì a nel pomeriggio.
  • Avrebbe trascorso tra le tre e le sei ore sulla croce, con buona parte di quel tempo nell’oscurità totale.
  • Gli scrittori del Vangelo non erano particolarmente interessati a riportare fedelmente a che ora fosse morto Gesù di che ora fosse. Erano molto più interessati alle implicazioni teologiche, che registravano fedelmente.

Per avere informazioni su cosa ha fatto Gesù dopo la resurrezione, vi consigliamo la lettura di questo articolo. Se invece siete curiosi di sapere dove è stato Gesù nel periodo fra la Sua morte e la Sua resurrezione, allora potete LEGGERE QUI!

Pubbicato Originariamente il:16 Febbraio, 2022 @ 16:50

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
La decapitazione

La Decapitazione

Sognare di Morire

Sognare di Morire