Cultura

Acheri, il fantasma indiano che porta la morte

Acheri - cosa c'è dopo la morte

Quella dell’Acheri è una figura leggendaria appartenente alla tradizione indiana che ha affascinato e continua ad affascinare intere generazioni di narratori e lettori.

Portatrice di malattie e morte

Secondo la leggenda, Acheri è un’entità femminile appartenente alla tribù Khasi, presente in particolare nelle regioni settentrionali dell’India, come l’Assam e il Meghalaya. Questa figura è spesso associata a una serie di eventi sinistri, tra cui la morte e la malattia.

Secondo la leggenda, Acheri appare spesso sotto forma di una giovane donna, vestita di bianco e con i capelli neri, che danza silenziosamente di villaggio in villaggio. I testimoni oculari riferiscono che la sua presenza è accompagnata da una sensazione di freddo, malessere e ansia.

La Febbre di Acheri

Questa sinistra figura è anche associata a una malattia nota come “febbre di Acheri“. Si crede che questa malattia sia causata dall’incontro con lo sguardo della donna, o dal suo tocco. Questo particolare stato febbrile è caratterizzato da febbre alta, dolori muscolari, mal di testa, nausea e vertigini. Si dice che i bambini siano particolarmente suscettibili alla malattia.

Nonostante la sua reputazione di figura sinistra, Acheri è anche venerata come una divinità locale. In alcune zone dell’India, si organizzano cerimonie annuali per onorare la figura dello spirito. Durante queste cerimonie, i partecipanti offrono preghiere e doni, e chiedono la protezione di Acheri per la loro famiglia e la loro comunità.

Nella Cultura Popolare

Anche molti scrittori ed artisti in genere subiscono il fascino della figura di Acheri, sia in India che all’estero. La sua presenza è stata descritta in numerosi racconti e romanzi, e molte rappresentazioni artistiche la ritraggono come una figura sinistra e spaventosa. Acheri è descritta nella mitologia indiana come una figura femminile. È rappresentata come una bambina, una giovane donna, o anche come una principessa o una regina. Tuttavia, le rappresentazioni di Acheri possono variare leggermente a seconda della fonte e della regione geografica di provenienza della storia.

Le Leggende su Acheri

La leggenda di Acheri narra di una giovane ragazza che morì di malattia e che venne sepolta senza alcun rito funebre. Dopo la sua morte, la sua anima rimase quindi sulla Terra in cerca di vendetta e si presenterebbe sotto forma di una bambina malata e piangente.

Si dice che Acheri vaghi per i villaggi e le città alla ricerca di bambini da portare con sé nel regno dei morti. Per proteggersi da questa entità è bene dotarsi di uno specchio, poiché il suo stesso riflesso potrebbe spaventare la creatura.

Si crede che Acheri possa portare la malattia e la morte ovunque vada, e molte leggende la considerano una sorta di messaggero dell’aldilà. Inoltre, si dice che abbia un particolare disprezzo per i bambini, e che si diverta a tormentarli con malattie e altri orrori.

La leggenda dell’Himachal Pradesh

La leggenda dell’Himachal Pradesh narra di una creatura chiamata Acheri, descrivendola come “una figura femminile alta e snella con capelli lunghi e neri” che abita nelle montagne e porti con sé una sfera di cristallo che le consente di vedere il futuro.

Secondo la leggenda, Acheri appare solo ai bambini e alle donne incinte durante la notte. Si dice che lei cammini sulle cime delle montagne, e il suo passaggio può essere udito come un sibilo leggero. Quando viene vista, si dice che Acheri guardi intensamente la persona, portando con sé un senso di disperazione e malinconia.

La leggenda sostiene che la vista di questa creatura può portare sfortuna e malattie, e che è meglio evitare il suo sguardo. Inoltre, la leggenda narra che se Acheri mette gli occhi su di te, dovresti nasconderti immediatamente, poiché il suo sguardo può causare malattie e sfortuna per tutta la vita.

La leggenda di Acheri nell’Assam

In questa regione dell’India si racconta di una figura femminile malvagia che appare ai bambini durante la notte. Si dice che Acheri abbia un corpo scheletrico e indossi un vestito rosso sangue. Quando un bambino la incontra, lei lo tocca con la sua mano scheletrica, causando la malattia e la morte del bambino. Secondo la leggenda, Acheri è alla ricerca di bambini da portare con sé nell’oltretomba, e si dice che le sue vittime vadano incontro a morti misteriose e improvvise.

Acheri nelle leggende nepalesi

La leggenda nepalese racconta di una figura femminile demoniaca che appare ai bambini che giocano fuori casa nelle ore serali. In questa leggenda, Acheri pare abbia una voce dolce e suadente in grado di incantare i bambini. La figura li inviterebbe quindi a seguirla verso una destinazione sconosciuta. I bambini che accettano l’invito di questa figura non tornano mai più a casa, e si dice che diventino parte della sua schiera di spiriti malvagi. Per evitare l’incontro con lo spirito, si consiglia ai bambini di non giocare fuori casa durante le ore serali.

Lascia un Commento