Psicologia

Acluofobia: La paura del Buio

acluofobia - cosa c'è dopo la morte

L'acluofobia, molto comune tra i bambini, è la paura del buio. “Achluo” in greco significa oscurità e “fobia” significa paura. L'acluofobia provoca una paura intensa, irrazionale e duratura buio. Anche il solo di nell'oscurità può innescare la paura. 

Quali sono i sintomi dell'acluofobia?

I sintomi dell'acluofobia possono variare da lievi a gravi fino a diventare persino invalidanti. Come altre , i sintomi possono includere reazioni sia mentali che fisiche, quando si è esposti in questo caso all'oscurità. I sintomi fisici sono manifestazioni di ansia tipici di una risposta “combatti o fuggi“. I sintomi fisici più comuni dell'acluofobia possono includere:

  • Pianto, attaccamento o capricci nei bambini
  • Senso di vertigine
  • Nausea
  • Battito cardiaco accelerato
  • Tremore e sudorazione eccessiva
  • Fiato corto

Sintomi collaterali possono essere:

  • Evitare la penombra o l'oscurità completa
  • Paura alla prospettiva dell'arrivo dell'oscurità
  • o per aver paura del buio
  • Forte desiderio di una fonte di

Che cosa causa l'acluofobia?

La causa esatta delle fobie, inclusa l'acluofobia, non è chiara. È probabile che sia un'interazione di fattori genetici e ambientali. A volte, le persone possono collegare la loro paura del buio a una specifica esperienza negativa. In questo caso, la paura coinvolge un'area del cervello chiamata amigdala. Questa piccola regione registra le reazioni alle . Quando qualcosa di particolarmente spaventoso si verifica al buio, l'amigdala lo ricorda. Ad ogni modo, le persone possono anche imparare a temere l'oscurità osservando i componenti della propria famiglia o della propria cerchia delle frequentazioni. Quindi, talvolta può essere difficile determinare se le fobie siano effettivamente un ereditato o fatto proprio.

Quali sono i trattamenti per l'acluofobia?

La paura del buio tende a colpire i bambini ma, come altre paure infantili, la maggior parte delle persone alla fine le supera. È importante non vedere la propria paura del buio come una debolezza, quindi non bisogna stuzzicare un al riguardo. Questi atteggiamenti spesso peggiorano il problema e causano più vergogna e senso di colpa.

I medici raccomandano un trattamento solo quando la paura del buio influisce sulla capacità di vivere una vita normale. I trattamenti di acluofobia più efficaci sono forme di psicoterapia tra cui:

  • La terapia cognitivo-comportamentale Un terapista sarà in grado di guidare il fobico attraverso un processo volto ad affrontare la paura e cambiare le convinzioni sulla stessa. L'obiettivo è acquisire fiducia se stessi invece di lasciare che la paura dell'oscurità diventi travolgente. I terapisti usano spesso questa tecnica in combinazione con la terapia dell'esposizione.
  • La terapia dell'esposizione prevede di affrontare gradualmente e ripetutamente la paura del buio. Un altro nome per questo approccio è terapia di desensibilizzazione. Un terapista creerà situazioni controllate che coinvolgono l'oscurità. Si può iniziare semplicemente pensando pensando di essere al buio. Pian piano, il terapista esporrà il fobico gradualmente a situazioni più intense fino a raggiungere uno stato in cui la paura del buio non limita la capacità vivere serenamente.

In alcuni rari casi, i medici usano anche farmaci per un breve periodo di tempo per aiutare a ridurre i sintomi. Tuttavia, un sollievo duraturo si basa su una psicoterapia efficace. I farmaci sono spesso più utili per situazioni temporanee.

Cosa comporta

Quando la paura del buio è grave, può essere devastante. Le complicazioni includono:

  • Disturbi dell'umore. Le persone con fobie hanno un rischio maggiore di ansia e depressione
  • Isolamento sociale. I bambini che temono il buio possono ritirarsi dai coetanei a causa della vergogna per la paura. Questo può portare alla solitudine e persino a problemi accademici.
  • Abuso di sostanze . Le persone possono provare a gestire la loro paura con alcol o , che possono portare ad abusi e dipendenza.

Lascia un Commento