in

Le Caratteristiche delle Esperienze di Pre Morte

Le Caratteristiche delle esperienze di pre morte, sono spesse volte molto simili tra di loro. Il fatto che le esperienze di pre morte, conosciute anche con l’acronimo inglese N.D.E. (Near Death Experiences) siano presenti ormai in molti film ed in molti romanzi, dimostra che queste esperienze sono diventate a tutti gli effetti parte della nostra cultura e del nostro pensiero. Ma è sempre stato così? Le persone sono sempre state consapevoli di queste esperienze?

È grazie ai progressi medici che conosciamo le Esperienze di Pre Morte

Da quando alla fine degli anni ’60 la medicina e le tecniche di rianimazione hanno cominciato a fare passi da gigante, i racconti e quindi la conoscenza e la diffusione di ciò che avviene dopo la morte o nei momenti subito precedenti è si sono moltiplicati. Fu tuttavia solo negli anni ’70 che l’interesse per queste esperienze da parte della comunità scientifica e della popolazione in generale raggiunse il suo picco. Di certo la pubblicazione, da parte di Raymond Moody, uno psichiatra americano con un background in filosofia, del libro best seller Life after Life, la Vita dopo la Vita, contribuì a questo incremento generale di interesse. Il libro “La Vita Dopo La Vita” è stato il primo studio completo dell’esperienza umana durante il processo di morte.

Esperienze di pre-morte (NDE): un termine vago

Il termine “Esperienze di Pre Morte” rimane comunque qualcosa di molto vago. In generale le esperienze di pre morte avvengono in situazioni di incoscienza. Situazioni che, senza l’intervento medico avrebbero portato di certo alla morte del paziente. Dal punto di vista della medicina di terapia intensiva, però, essere “vicini alla morte” rimane un’affermazione vaga poiché non esiste una definizione fisiologica dell’essere vicini alla morte.

La morte è invece diagnosticata secondo parametri ben precisi che vanno dalla cessazione del battito cardiaco, dalla respirazione e dalla funzione del tronco cerebrale.

Le principali caratteristiche di una NDE

Sebbene i racconti dei pazienti siano differenti, le esperienze di pre morte hanno tutte alcune caratteristiche in comune:

  • Provare pace;
  • Rivedere dall’esterno alcune esperienze vissute;
  • Vedere un tunnel;
  • Vedere una luce intensa;
  • Incontrare parenti defunti;
  • Fluttuare fuori dal corpo

Qualcuno ha anche riferito di un punto di non ritorno. Una volta attraversato questo fatidico punto, non avrebbero più potuto tornare in vita. Spesso, quelli che hanno sperimentato Esperienze di Pre morte si sono detti riluttanti a tornare alla vita perché ciò che avevano vissuto era così straordinario che nessuna parola poteva trasmettere la sensazione di benessere provata in quest’altro mondo.

Un’altra caratteristica importante di queste esperienze è l’impatto positivo e duraturo che hanno su chi le vive. I reduci delle NDE diventano più altruiste e meno timorose dalla morte. Le convinzioni, i valori e gli atteggiamenti delle persone reduci, subiscono un mutamento in positivo arrivando così ad apprezzare maggiormente la vita.

Se Non Sei già dei nostri allora ...

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Francesco di Maggio NDE

Il DJ friulano che vide l’aldilà

esperienze fuori dal corpo, cervello

Le Esperienze Extracorporee