in

Colton Burpo: Un Bambino in Paradiso

Colton Burpo

Guardando Colton Burpo oggi non diresti mai che quando aveva soltanto quattro anni, nel 2003 è quasi morto. È stato poi suo padre, Todd, ha raccontare dell’esperienza di pre-morte avuta dal figlio in un libro intitolato: Il Paradiso Per Davvero

«Mio figlio non si sentiva bene e ha iniziato a vomitare nel gabinetto», ricorda Todd, il papà di Colton Burpo. «All’inizio abbiamo pensato che avesse un virus intestinale, anche perché il dottore ci ha detto quest’influenza stava andando in giro da un po’».

Le cose peggiorano

Le condizioni di Colton Burpo tuttavia peggioravano con il passare dei giorni. Interpellato ancora, il suo medico si è finalmente reso conto che molto probabilmente la sua appendice era scoppiata e l’infezione si stava diffondendo in tutto corpo. Il tempo stringeva. Bisognava intervenire immediatamente

«Abbiamo capito che la situazione era critica quando l’infermiera ci ha detto che dovevamo uscire dalla stanza dov’era mio figlio» ricorda Todd. «Poi è arrivato un dottore che ci ha informato che era necessario operare d’urgenza nostro figlio».

Sonja, la mamma di Colton Burpo ricorda «È stata dura vedere nostro figlio esanime, quando era in realtà un bambino molto vivace. Siamo andati nell’area di preparazione all’intervento chirurgico e Colton non si muoveva. Poi quando lo portarono via lui urlava solo: ‘Mamma! Papà! non lasciate che mi prendano!».

«Quando siamo tornati nella stanza pre-operatoria eravamo finalmente da soli», ricorda Todd. «Lì sono crollato. Ero arrabbiato con Dio. Ero frustrato, stanco. E ricordo di avergli detto: ‘Dio, dopo tutto quello che ho fatto per te, ora vuoi prenderti mio figlio? È così che tratti i tuoi pastori?’».

Una Preghiera per Colton Burpo

«Stavo chiamando la nostra catena di preghiera», ricorda Sonja. «Colton aveva bisogno delle nostre preghiere perché la situazione si era fatta davvero brutta».

Todd racconta: «Siamo stati in sala d’attesa forse un’ora e mezza in totale. Poi è venuta fuori un’infermiera che mi ha detto: ‘Il papà di Colton è qui fuori?‘ Si ho risposto. E l’infermiera ‘Beh, Colton si sta riprendendo molto bene e chiede di lei con insistenza‘».

Il Racconto di Colton

«Sono entrato nella stanza dov’era mio figlio e mi sono seduto accanto a lui», racconta Todd. «Ricordo che Colton mi ha guardato e mi ha detto: ‘Papà, lo sai che sono quasi morto?‘ E il mio primo pensiero è stato che forse aveva sentito l’infermiera dirlo. O forse pensavano che fosse ancora stordito dall’anestesia e invece no. Tuttavia è stato soltanto quattro mesi dopo essere usciti dall’ospedale che abbiamo finalmente ascoltato il racconto nostro figlio».

«Ho visto il paradiso», ha detto Colton Burpo. «Gesù e alcuni angeli sono venuti a prendermi per portarmi in cielo». «La prima persona che ho visto era Gesù. Indossava abiti bianchi con una fascia viola ed è semplicemente sceso in modo gentile e con grazia».

Colton ha continuato a parlare del fatto che Gesù avesse dei “marchi”, così che alla fine Todd ha dovuto chiedere a suo figlio cosa intendesse.

Colton ha lasciato cadere i giocattoli che aveva in mano, si alza e indica i palmi. Poi si china e si tocca la punta dei piedi e dice: «Ecco dove c’erano i segni di Gesù, Papà!». «All’inizio ero nella sala del trono di Dio», continua Colton Burpo. «E così ho avuto modo di vedere che aspetto aveva Dio. Ero sconvolto perché non sapevo cosa stava succedendo. Quello che ha fatto Dio è stato usare persone o cose che mi piacevano per calmarmi. Da quel momento in poi mi sono sentito meglio».

Colton Burpo ha Ricordi di parenti mai conosciuti

«Un giorno eravamo in viaggio», ricorda Todd. «E di colpo Colton mi guarda e dice: ‘Papà, avevi un nonno di nome Pop, vero?‘ E io ho risposto semplicemente di si» «’È molto simpatico‘, fa lui». «’Da bambino giocavi con Nonno Pop e aggiustavi… lavoravi con lui nella fattoria e giravi cose con lui‘» E io ho detto, «beh sì, ma come fai a saperlo?» «’Me lo ha detto lui!’ ha risposto mio figlio»

Colton Burpo racconta anche di visto Gesù cavalcare un cavallo color arcobaleno e di aver visto la Vergine Maria inginocchiata davanti al trono di Dio.

Oggi, Colton gode di buona salute e racconta del suo viaggio celeste con gioia: «Ho imparato che il paradiso è reale ed è un luogo che ti piacerà», dice Colton Burpo.

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Perché le cose sono destinate a morire

Perché le cose sono destinate a morire spiegato ai Bambini

Eliminare Facebook Dopo Morte

Eliminare il tuo account facebook dopo la morte