in

Come andare in Paradiso

Ecco i consigli della Bibbia per guadagnarsi il Paradiso. SPOILER: NON è per solo essendo buoni!

Come andare in paradiso

È facile farsi prendere dalle gioie di una vita sregolata senza star troppo a pensare pensare a cosa ci capiterà dopo la morte. A volte, però, possono succederci cose che costringeranno a porci alcune fondamentali domande. Una di queste è Come andare in Paradiso? La Bibbia fornisce risposte chiare a questa domanda alla quale bisogna pensare ben prima che la nostra ultima ora sia arrivata.

Come andare in paradiso secondo la Bibbia?

Secondo la Bibbia, si arriva in paradiso riponendo la propria fiducia in Gesù Cristo seguendo i Suoi insegnamenti.

Anche se la domanda è “come andare in Paradiso?”, la Bibbia in realtà non usa mai la frase “andare in paradiso”. Questa dicitura è più che altro un modo moderno per affrontare l’argomento. Piuttosto, nella Bibbia si può leggere di “raggiungere vita eterna” o di “essere salvati”.

In Atti 16,30-31, qualcuno si chiede come può essere salvato. La risposta breve è: “Credi nel Signore Gesù”

30 poi li condusse fuori e disse: «Signori, che debbo fare per essere salvato?» 31 Ed essi risposero: «Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».

Atti 16, 30-31

Non si arriva in paradiso solo essendo una brava persona

Un malinteso comune è che si arriva in paradiso soltanto essendo una brava persona. La verità è che non vai in paradiso soltanto se le tue buone azioni superano le tue cattive azioni. La Bibbia è molto chiara sul fatto che non è così. Se fosse davvero così forse nessuno sarebbe abbastanza bravo da guadagnarsi il paradiso.

Insomma, Dio non ci giudica facendo una semplice “media matematica” delle nostre azioni. Il Paradiso è ben altra questione, proprio come è spiegato in Efesini 2, 8-9

8 Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. 9 Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti;

Efesini 2, 8-9

Questo passaggio parla chiaro. Ci si salva per grazia e per fede. Se dopo la nostra morte andiamo in paradiso, è per dono di Dio, non perché ce lo siamo guadagnati “sul campo”.

In Paradiso grazie alla Fede

Fede significa che si arriva in paradiso credendo in Dio e nei Suoi insegnamenti. La fede si poggia su qualcosa che Lui ha fatto, non qualcosa che hai fatto tu.

Questo significa che non si va in ​​paradiso in base alle tue buone o cattive azioni in questa vita . Non si può arrivare ai cancelli perlati del Paradiso e dire: «Hey Pietro, fammi entrare! Sono stato una brava persona!»

Questo potrebbe essere una buona notizia per alcune persone, ma per altri potrebbe essere pessima. La cattiva notizia è proprio quella che non puoi andare in paradiso essendo buono. La buona notizia, di contro, è che anche se hai vissuto una vita tutt’altro che onorevole, o hai fatto qualcosa di molto brutto, Dio ha programmato qualcosa per te in modo da darti accesso al paradiso.

La buona notizia è che anche se non sei proprio una brava persona (tutti hanno peccato), Gesù è morto per i tuoi peccati. Puoi essere perdonato del tuo peccato perché Gesù ha pagato anche per i tuoi peccati attraverso la morte sulla croce.

Il Paradiso non è l’unica destinazione

Un altro malinteso molto comune è che il paradiso sia la destinazione per tutti. Non è così. Non si va automaticamente in paradiso. La Bibbia dice che puoi essere salvato perché c’è qualcosa da cui devi essere salvato.

perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

Romani 6,23

La Bibbia dice che il salario, la pena, del peccato è la morte. Il peccato è quando ci allontaniamo dal cammino indicato da Dio per seguire la nostra strada. Il peccato è ciò che ci separa da Dio

Non vai automaticamente in paradiso. 

23 tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, 24 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, in virtù della redenzione realizzata da Cristo Gesù.

Romani 3,23-24

Dio è il creatore della vita e il nostro peccare ci conduce lontano da Lui ma vicini alla morte spirituale.

La gente, oggi lo chiama Inferno, ma Apocalisse 20:14-15 descrive la destinazione finale dei peccatori come il lago di fuoco. Il lago di fuoco è quel luogo preparato per Satana, che si oppone ai benevoli piani che Dio ha per il mondo.

14 Poi la morte e gli inferi furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la seconda morte, lo stagno di fuoco. 15 E chi non era scritto nel libro della vita fu gettato nello stagno di fuoco.

Apocalisse 20,14-15

L’intera Bibbia ci racconta del piano che Dio ha per salvare le persone da questo Lago di fuoco. Nell’accezione biblica, “arrivare in paradiso” significa essere salvati dalla morte e dall’eterna separazione da Dio. Da cosa siamo dovremmo essere salvati? Dal peccato dalla separazione da Dio che esso comporterebbe. In definitiva dobbiamo essere salvati dal lago di fuoco.

Si va in paradiso confidando in Gesù

Dio, nel Suo amore, ha sacrificato suo Figlio in modo da poter salvare dal Lago di Fuoco quante più persone possibili. Dio vuole che tutti siano salvati.

16 Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. 17 Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui.

Giovanni 3,16-17

Giovanni 3:16 ci dice che Dio mostra il suo amore al mondo inviandoci suo Figlio unigenito, Gesù. Se credi in Gesù, allora Dio ti salverà e avrai la vita eterna, il paradiso. Avendo fede in Gesù avremo la salvezza dal Lago di Fuoco. Gesù ci ha salvati morendo al nostro posto sulla croce. Gesù è morto affinché noi possiamo avere la vita eterna.

La Bibbia dice che devi pentirti e credere nel Vangelo

Per andare in Paradiso non basta essere una brava persona. Quelli che entreranno in Paradiso saranno quelli che hanno creduto nella parola di Gesù.  Secondo la Bibbia, non c’è altra via di salvezza se non per mezzo di Gesù.

In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati.

Atti 4,12

Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

Giovanni 14,6

Pentirsi significa vedere le cose da una prospettiva differente, non significa solo essere rammaricati per i propri peccati. Pentirsi significa vedere le cose dalla prospettiva di Dio. Nella Bibbia, pentirsi significa letteralmente “pensare diversamente dopo aver ascoltato parola di Gesù.

Come sarebbe la tua vita se riuscissi a vedere le cose in modo diverso? 

Bisogna prendere atto che Dio ti ama abbastanza da sacrificare per te il ​​suo unico Figlio. C’è da accettare che i tuoi peccati saranno perdonati e non è più necessario vivere nella paura, nella vergogna e nei sensi di colpa. Riuscendo in questo sperimenteresti uno stato di pace tale da poterti supportare nei momenti difficili. Apprezzeresti molto di più le piccole cose della vita e cominceresti a vivere seguendo il disegno che Dio ha tracciato per te.

Se ti penti e vedi dalla prospettiva di Dio, vivrai la vita in modo diverso. Gesù diventerà il Signore, o capo, della tua vita. Confidare in Dio significa arrendersi a Lui e vivere la vita secondo il suo disegno.

Andare in paradiso è più di una destinazione finale

Ciò che la Bibbia dice sull’andare in paradiso è molto più che andare da qualche parte dopo la morte. È ben più che la sola salvezza dal Lago di fuoco.

La Bibbia offre un modo per aiutarci a pensare per tutta la tua vita dal punto di vista di DioCi aiuta a mettere le cose nella giusta prospettiva in modo da poter trovare la pace interiore. In questa maniera potrai conoscere il vero amore di Dio.

Non si tratta soltanto di andare in un certo luogo dopo la morte. .

Il modo in cui la Bibbia definisce “vita eterna” non dipende dalla destinazione o dal tempo. La vita eterna è più che altro qualcosa che riguarda la qualità dalla qualità della vita dopo la morte, dal conoscere Gesù. 

E questa è la vita eterna, che conoscano te, l’unico vero Dio, e Gesù Cristo che tu hai mandato.

Giovanni 17:3

Il bello è che per conoscere questa concezione di vita eterna di cui parla la Bibbia, non c’è bisogno di aspettare la morte. In un certo senso, la vita eterna può iniziare anche ora. In qualsiasi momento, infatti, è possibile ricevere il perdono di Dio e perdonare gli altri. Puoi decidere quando vuoi di trovare pace e amore vivendo nel disegno di Dio.

Ciò che Dio vuole da te non è troppo impegnativo. Ma richiede che tu possa fidarti di LuiSeguire Gesù non significa necessariamente che avrai una vita perfetta e senza problemi. Tutti abbiamo i nostri problemi problemi ma Gesù può regalarti una pace così totale che va oltre la tua comprensione.

Essere Sicuri di Andare in Paradiso

La Bibbia dice che puoi avere la certezza che andrai in paradiso. Non è qualcosa che puoi semplicemente basare sulle opinioni o sulle esperienze delle persone. Non è una questione di emozioni o congetture. Non è qualcosa su cui vale la pena scommettere l’eternità.

 Poiché se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore, e crederai con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvo. 

Romani. 10:9 

Insomma, secondo la Bibbia, per avere la certezza di andare in paradiso, basta accettare la parola e l’amore di Dio al più presto possibile. 

Una semplice preghiera a Dio: “Dio, ammetto che sto vivendo nell’abbandono a causa del mio peccato. Non posso fare affidamento alle mie forze per tirarmi fuori dalla mia fragilità. Grazie per aver mandato Gesù, tuo Figlio, a morire per me. Voglio allontanare le mie cattive abitudini e voglio credere in Gesù, Figlio di Dio. Sii il Signore della mia vita. Grazie per aver perdonato i miei peccati. Amen.”

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Morire per una bomba atomica

Morire per una bomba atomica

Il processo della decomposizione corpo, cadavere, video, vermi, larve, gas

Il processo della decomposizione [Contenuti Video Scioccanti]