in

Cosa Succede Quando Si Muore?

Cosa Succede Quando Si Muore

Le persone sono spaventate dalla morte. Tutti noi abbiamo sentito almeno una volta parlare di entrare un un tunnel di Luce. È quindi lecito chiedersi cosa succede quando si muore. Fa male entrare nella Luce? Perdiamo i nostri ricordi? C’è tutto quello che avevamo prima?

Dalle testimonianze di molti medium, le anime abbandonano il corpo attraverso i piedi o dalla parte superiore della testa. È difficile descrivere esattamente come ci muoviamo dopo la morte. È un po’ come fluttuare, un po’ come camminare, un po’ come volare, è un “gravitare” mentre ci si avvicina alla Luce. Qualche trapassato ha raccontato di aver avuto paura, ma la maggior parte di loro ha parlato, al contrario, di voglia di arrivare alla luce. Una sorta di impazienza.

Chi muore non dimentica

Cosa succede ai nostri ricordi quando si muore? Nell’aldilà non si dimentica proprio niente, anzi … Nella nostra vita terrena ricordare solo alcuni momenti salienti del nostro passato, lassù saremo in grado di ricordare ogni singolo momento persino nei dettagli. Tutto ciò che conoscevamo, amavamo o sperimentavamo sarà tutto ricordato nitidamente.

Questo ritorno dei ricordi accade entro pochi secondi dall’entrata nella Luce. sperimentiamo una conoscenza. Sempre stando ai racconti dei medium, è proprio nella luce che riviviamo il film della nostra vita. Qui avremo infatti una rapida revisione delle nostre vite e saremo consapevoli di tutte le cose che sono scaturite dalle nostre azioni, come in un effetto domino. Nella luce proveremo tutto ciò che abbiamo fatto provare agli altri, che si tratti di gioia che di dolore. Ma la cosa più importante è che nella luce, capiremo finalmente quale è stato il nostro scopo nella vita.

Nei primi giorni della nostra nuova vita nell’aldilà dobbiamo passare un periodo di transizione durante il quale riflettere sulla nostra vita sulla terra. Si tratta di un periodo necessario per “guarire” qualsiasi problema fisico o emotivo. Un periodo di riflessione necessario a perdonare noi stessi per tutto ciò che abbiamo fatto mentre eravamo in vita e che non ci rende orgogliosi di noi stessi. Periodo che servirà a fare ammenda di tutto ciò che di sbagliato abbiamo fatto e che ha ferito qualcuno. Se non trascorre prima questo periodo, una persona defunta non sarà in grado di interagire con questo lato, il mondo dei vivi.

Liberi da Ogni Malattia

Nell’aldilà ci viene sempre offerto aiuto per guarire dai nostri sensi di colpa. A volte un’anima può sentirsi triste ed avere rimpianti per qualcosa che in vita poteva essere gestito diversamente. Nell’altro mondo saremo incoraggiati a lasciarci alle spalle qualsiasi rabbia o senso di colpa. Li c’è anche spazio per quello che potremmo definire come guarigione fisica, anche se non è realmente fisica, bensì spirituale.Quando saremo soltanto spirito saremo completamente guariti e sani da ogni malattia e completamente interi. Qualcuno che potrebbe aver avuto grandi difficoltà a camminare o addirittura a stare in piedi da questa parte, alla fine della sua vita potrà addirittura ballare, nell’aldilà.

La vera bellezza della Luce è che è armonia totale. Qui sulla terra non siamo pienamente consapevoli di cosa stiamo facendo o l’effetto che queste cose stanno avendo. Ma quando arriviamo in quel Posto, avremo finalmente una visione chiara di cosa voglia dire vivere.

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
guardare i morti attraverso lo specchio

Guardare i Morti Attraverso uno Specchio

Sesso in Paradiso

Sesso in Paradiso: ci si diverte nell’Aldilà?