in

È normale non piangere dopo la morte di una persona cara?

normale non piangere morte persona cara

Molte persone si chiedono se sia normale non piangere dopo la morte di una persona cara. Qualcuno in questo caso potrebbe pensare che non stai soffrendo come dovresti e questo può metterti a disagio. Tuttavia, il dolore per un lutto sa essere sorprendente e imprevedibile. Potresti provare emozioni che non ti aspettavi. Il tuo rapporto con la persona che è morta era unico, così come unico sarà anche il modo in cui commemori questa persona.

Lutto Anticipatorio

Se qualcuno muore dopo una lunga malattia terminale, è possibile che coloro che gli erano vicini abbiano sperimentato qualcosa chiamato lutto anticipatorio (Ne parliamo Qui) . Si tratta di una risposta emotiva alla perdita prima che questa avvenga realmente. Di solito, in questi casi, la fase dell’accettazione della morte era arrivata già da un po’ di tempo. In questo caso, quindi si prova dolore già da prima della morte effettiva, cosa che potrebbe alleviare il tuo senso di perdita al momento della morte, influenzando la tua sofferenza.

Un dolore ritardatario

Alcune persone non provano nulla quando qualcuno muore, ma il dolore intenso arriva molto più tardi. Questi momenti di dolore intenso intenso possono essere innescati da feste, anniversari, luoghi o anche persone che ricordano colui che è morto. Potrebbe anche non esserci alcun innesco. È difficile prevedere se il dolore arriverà dopo e cosa lo scatenerà.

Il pianto è importante, ma non necessario

Il pianto è una parte importante del processo di lutto per molte persone, ma è possibile soffrire senza tuttavia versare lacrime.

Sebbene il dolore sia un’esperienza umana universale, la risposta al dolore è molto individuale. Inoltre, molti fattori possono influenzare il processo del lutto, tra cui:

  • L’età della persona che è morta
  • Come è morta la persona
  • La natura e la qualità del rapporto con la persona che è morta
  • Il tempo che hai avuto per prepararti alla perdita
  • La tua personalità

Non è dunque un problema se non hai voglia di piangere. Potresti, in questo caso, semplicemente aver bisogno di tempo e spazio per elaborare la morte a modo tuo. Tuttavia, è importante assicurarsi di gestire i propri sentimenti in modo appropriato.

Occhio alla tua salute!

Se hai il desiderio di rimanere da solo troppo a lungo o hai difficoltà a gestire le tue solite attività quotidiane, o se magari hai voglia di piangere ma non puoi, forse hai bisogno dell’aiuto di un consulente del dolore o di un altro professionista della salute mentale. Un consulente potrebbe suggerire varie terapie comportamentali per aiutarti ad affrontare la tua perdita. Consultare un medico ti aiuterà a capire se hai bisogno di antidepressivi o altri farmaci.

Il processo di lutto richiede tempo. Tuttavia, il dolore irrisolto può portare alla depressione e ad altri problemi di salute mentale. 

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Un VIP è morto

Un VIP è morto. Perché ci dispiace così tanto?

In queste foto di Monumenti Cimiteriali25

Foto di Monumenti Cimiteriali