Vite Precedenti

Rispondi
EraIeri
Messaggi: 2
Iscritto il: sabato 20 marzo 2021, 11:42

Ciao a tutti!
Scusate ma non ho trovato una sezione migliore per scrivere questo mio pensiero! Spero non sia un problema!

Ho letto sul sito che c'è la possibilità che esistano vite ultraterrene PRIMA di quella in cui nasciamo. Proprio oggi stavo pensando che forse esiste sul serio una "vita spirituale prima della vita" e che sia anche molto migliore di quella terrena.
Da quanto leggo su DopoLaMorte, l'aldilà è generalmente un luogo di pace e di serenità e, quando ci torniamo, o dopo la morte o in seguito ad esperienze di pre morte (NDE) ci sembra di esserci già stati perché in effetti già ci siamo stati in quel luogo.
Naturalmente non c'è un modo per provare questo fatto. Non un modo scientifico, almeno, che è poi quello che metterebbe a tacere molti scettici. Purtroppo (o per fortuna?) non ho avuto una NDE ne alcuna esperienza paranormale ma ho pensato ad alcune cose, alcuni punti, (non voglio chiamarle teorie) che potrebbero giocare a favore di quelli che sospettano o sono convinti che esista un aldilà. Soprattutto a favore di quelli che credono in un ciclo di vita/morte/aldilà/ e ancora vita.

Premetto che sto parlando di me, di come sono fatto e che tutti abbiamo una differente sensibilità, una differente empatia o in generale, un differente carattere.

Avete presente la "sindrome di Peter Pan" ? Avete presente quegli adulti che proprio si rifiutano di crescere? Bene, forse è perché più siamo giovani, più siamo "vicini" a quel che c'era prima di nascere. Più invecchiamo, più ce ne allontaniamo!

Esistono poi anche persone estremamente malinconiche e attaccate al passato. Io sono uno di quelli e non per questo ho scelto questo nickname. A me capita spesso di avere momenti di forte malinconia e nostalgia nei confronti di cose, persone e periodi della mia vita che appartengono al passato. Capita spesso di provare nostalgia anche per persone e tempi che non sono stati affatto positivi per me e che di fatto non sono stati piacevoli da vivere.

Spesso mi capita di sentirmi davvero stanco o di pensare "Che M***A è la vita" ... quasi come se la stessi confrontando ad altro. Quasi che la vita sia una "Emme" rispetto a qualcosa che non lo è. E cosa c'è allo stesso piano della vita ma che è al di fuori della vita? Esatto. La morte o .. la "non nascita", se così si può chiamare.

Poi ci sono molte persone che purtroppo si tolgono la vita. Se dopo la morte non ci fosse nulla non ci sarebbe modo di "godersi la pace" così fortemente voluta da spingersi addirittura a togliersi la vita!

Insomma quello che sostengo è che magari esistono davvero delle memorie sepolte nel nostro inconscio che, come fossero quasi dei riflessi, ogni tanto emergono senza neanche volerlo.

Che ne pensate?

A presto!
DopoLaMorte
Site Admin
Messaggi: 2
Iscritto il: mercoledì 20 gennaio 2021, 15:48

Hey! Prima di tutto ... grazie per il tuo messaggio! Sei stato il primo (o la prima?) a scrivere! Credevo che nessuno lo avrebbe fato mai!

Oddio, si è interessante ma ... non sono proprio d'accordo. Spero non ti dia fastidio! :-)

1) Gli eterni bambini. Credo sia normale avere nostalgia di un tempo in cui si avevano meno pressioni (se non forse la scuola) e quando tutto era ancora nelle nostre mani. Tutte le scelte che si sono poi rivelate sbagliate, le opportunità non prese e che magari avrebbero potuto cambiare IN MEGLIO la nostra vita attuale .... insomma credo sia normale avere nostalgia del passato senza dover scomodare vite o esistenze precedenti

2) Stesso discorso vale per la nostalgia di luoghi e persone. Anche negative perché in quelle avevamo investito tempo e speranze (soprattutto speranze) e magari vederle fallire potrebbe essere indice che non abbiamo saputo gestire la situazione. Una sorta di orgoglio insomma.

3) Che MerLa la vita ... dovremmo far caso a quante ne accostiamo alla "MerLa" !! :-) Pensa ad esempio ai tifosi delle squadre di calcio... sono modi di dire, come "Mannaggia ai pesci rossi". Dipende da quello che abbiamo appreso, dalle abitudini, dall'ambiente.

4) Il suicidio. Probabilmente la morte è accostata al sonno. Senza dubbio morire farà cessare le preoccupazioni e le ansie ma (parere personale) non ti darà modo di goderti il sollievo. Tu l'associ ad una sorta di "ritorno ad un tempo migliore" io ad un anti-dolorifico che ti aiuta a non sentire dolore ... fino al risveglio dello stesso. Solo che in questo caso non c'è risveglio e addirittura non ci si gode l'intervallo di pace!

Naturalmente sono pareri ed io rispetto il tuo! Anzi .... potrei pubblicare il tuo post come "Esperienza" sul sito?
EraIeri
Messaggi: 2
Iscritto il: sabato 20 marzo 2021, 11:42

Si ... avevo notato di essere la prima e anche per questo ero un po' incerta se scrivere o meno ... ma almeno una risposta è arrivata! Beh certo, tutti noi abbiamo i nostri pensieri e non mi hai proprio convinta ... forse proprio perché è un pensiero che sento molto rimango attaccata alla mia visione.

Per quanto riguarda la pubblicazione sul sito, scusa ma preferirei rimanesse qui, così che se qualcun altro volete rispondere lo troverebbe più naturale farlo in un forum!

Grazie mille!
Rispondi