in

Halloween: Origini e tradizioni

Le origini e le tradizioni di Halloween NON sono americane ma … europee!

Halloween Origini Tradizioni

Halloween è una festa celebrata ogni anno il 31 ottobre e Halloween 2022 si svolgerà lunedì 31 ottobre. La tradizione ha avuto origine con l’antica festa celtica di Samhain. In questa festa, le persone accendevano falò e indossavano costumi per allontanare i fantasmi.

Nell’VIII secolo papa Gregorio III designò il 1 novembre come il giorno per onorare tutti i santi. Non ci volle molto affinché la festa di Ognissanti incorporò alcune delle tradizioni di Samhain. La sera prima era conosciuta come All Hallows Eve (vigilia di tutti i Santi) che si è poi trasformata in Halloween, in una sorta di fusione delle tre parole. Nel tempo, Halloween si è evoluto in una giornata dedicata ad attività come la famosa dolcetto o scherzetto, intaglio di lanterne e feste in maschera.

Le Antiche origini di Halloween

Le origini di Halloween risalgono all’antica festa celtica di Samhain. I Celti, che vissero 2000 anni fa, principalmente nell’area di quella che oggi è l’Irlanda, il Regno Unito e la Francia settentrionale, celebravano il loro nuovo anno il primo novembre.

Questo giorno coincideva anche con la fine dell’estate, l’inizio del raccolto e il ritorno del buio e freddo inverno. Si trattava di un periodo dell’anno spesso associato alla morte. I Celti credevano che la notte prima del nuovo anno, il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti si indebolisse. La notte del 31 ottobre si celebrava Samhain, e in questa data si credeva che i fantasmi dei morti tornassero sulla terra.

Oltre a causare problemi e danneggiare i raccolti, i Celti credevano che la presenza degli spiriti ultraterreni rendesse più facile per i Druidi, sacerdoti celtici, fare previsioni sul futuro. Per un popolo interamente dipendente dalla natura capricciosa, queste profezie erano un’importante conforto durante il lungo e buio inverno.

Per commemorare l’evento, i druidi costruirono enormi falò sacri, dove le persone si riunivano per bruciare raccolti e animali come sacrifici alle divinità celtiche. Durante la celebrazione, i Celti indossavano costumi, tipicamente costituiti da teste e pelli di animali, e tentavano di predire il futuro l’un dell’altro.

Sapevi che un quarto di tutte le caramelle vendute ogni anno negli Stati Uniti viene acquistato per Halloween?

Al termine della celebrazione, tornavano a casa a riaccendere il focolare, che avevano spento prima di partecipare al sacro falò. Portavano in pratica a casa il fuoco sacro e ne alimentavano i loro focolari per ottenere protezione durante inverno che stava arrivando.

Nel 43 d.C., l’ Impero Romano aveva conquistato la maggior parte del territorio celtico.

Nel corso dei 400 anni in cui i romani governarono le terre celtiche, aggiunsero feste di origine romana alla tradizionale celebrazione celtica di Samhain.

La prima festa romana ad essere aggiunta allo Samhain fu Feralia, un giorno di fine ottobre in cui i romani commemoravano tradizionalmente la morte. Il secondo fu un giorno in onore di Pomona, la dea romana dei frutti e degli alberi. Il simbolo di Pomona è la mela, e l’incorporazione di questa celebrazione a Samhain probabilmente spiega il tradizionale gioco del mordere la mela, che nell’originale inglese prende il nome di bobbing for apples. In questo gioco, una vasca da bagno o un grande pentolone viene riempito d’acqua e all’interno vengono poste delle mele. Poiché le mele sono meno dense dell’acqua, galleggiano in superficie. I giocatori (di solito bambini) cercano di prenderne uno con i denti. L’uso delle mani non è consentito, in quanto sono legate dietro la schiena per evitare barare.

La Giornata di Ognissanti

Il 13 maggio 609 d.C. papa Bonifacio IV dedicò il Pantheon di Roma a tutti i martiri cristiani e nella chiesa occidentale fu istituita la festa cattolica di Tutti i martiri. In segiuto, Papa Gregorio III ha ampliato questa festa per includere tutti i santi e tutti i martiri, spostando l’osservanza dal 13 maggio al 1 novembre.

Nel nono secolo, l’influenza del cristianesimo si era diffusa nelle terre celtiche, dove gradualmente si mescolò fino a soppiantare i riti celtici più antichi. Nel 1000 d.C., la chiesa celebrava il 2 novembre la Commemorazione dei defunti, un giorno in onore dei morti. Oggi è opinione diffusa che la chiesa stesse tentando deliberatamente di sostituire la festa celtica dei morti con una festività correlata, sancita dalla chiesa.

La festa dei defunti è celebrata in modo simile a quella dello Samhain, con grandi falò, sfilate e travestimenti da santi, angeli e diavoli. La celebrazione del giorno di Ognissanti era anche chiamata All-hallows o All-hallowmas (dall’inglese medio Alholowmesse che significa Ognissanti) e la notte prima, la tradizionale notte di Samhain nella religione celtica, iniziò a essere chiamata All-Hallows Eve e, infine, Halloween.

Costumi di Halloween

Anche se parlando di costumi di Halloween ci vengono in mente fantasmi, spiriti e creature ultraterrene, in America, dove questa usanza ha attecchito maggiormente non è sempre così. I costumi possono rappresentare anche uomini politici o personaggi delle fiabe. Tuttavia, in questa galleria sono raccolti dei vecchi travestimenti che a tratti possono essere anche inquietanti.

Che ne pensi?

-1 Points
Upvote Downvote

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Sognare un morto in una bara

Sognare un morto in una bara

Sognare un morto che ti parla – Interpretazione e significato

Sognare un morto che ti parla: Interpretazione e significato