in

Il fantasma di Greenbrier: Lo spirito che ha risolto il suo stesso omicidio

Mary Jane Heaster era disperata per la misteriosa morte di sua figlia Zona, fino a quando lo spirito di Zona non è apparso nella notte per dirle che era stata uccisa.

il fantasma di Greenbrier

Nell’inverno del 1897 nella contea di Greenbrier, West Virginia, Mary Jane Heaster affermò aver ricevuto la visita dal fantasma si sua figlia. Elva “Zona” Heaster Shue era morta improvvisamente un mese prima e il suo corpo trovato da un vicino di casa il 23 gennaio. Un’autopsia frettolosa ha concluso che era morta di infarto. Mary Jane era sconvolta per la morte di sua figlia, ma le sue strane visioni di sua figlia le offrirono molto più che conforto per il suo dolore, dando vita alle vicende del fantasma di Greenbrier.

A mezzanotte

In queste visite di mezzanotte, il fantasma di Zona rivelò a Mary Jane che la sua morte non era stata né naturale né accidentale. La verità p che Elva era stata uccisa da suo marito, Erasmus “Edward” Stribbling Trout Shue.

Anche se la morte di Zona era sembrata sospetta fin dall’inizio, ma la colpevolezza di Edward non era mai stata dimostrata. Nel tempo impiegato dal vicino di casa per avvisare la polizia e per l’arrivo di un medico, Edward aveva ripulito e vestito il corpo della sua cara moglie defunta. Questo era strano, considerando che preparare il cadavere di una figlia era un compito tradizionalmente lasciato alla madre e alle altre donne.

Un comportamento Sospetto

Ma la cosa più strana era che Shue ha impedito al dottore di completare l’autopsia. Durante la veglia funebre, il premuroso marito era sempre accanto al corpo di Zona, appoggiando cuscini e lenzuola intorno alla testa della moglie defunta. Il collo di Elva era stato “adornato” invece con una sciarpa. Secondo Edward, in questo modo, Zona avrebbe riposato più comodamente.

La giovane donna fu sepolta il 24 gennaio 1897. Dopo il funerale, sua madre tolse il lenzuolo dall’interno della bara e, dopo che Edward si rifiutò di prenderlo, lo portò a casa per lavarlo. Ma quando mise il lenzuolo in una bacinella d’acqua, l’acqua si colorò di un rosso scuro. Quel sangue suggeriva chiaramente che la morte di Zona non era stata un incidente, eppure Mary Jane non se la sentiva ancora ad accusare suo genero.  Mary Jane dovette cambiare idea quando il fantasma di sua figlia non è apparso nella sua camera da letto.

Il fantasma di Greenbrier

Nel corso di quattro notti, lo spirito di Zona è tornato tornato a fare visita sua madre, raccontandole i macabri dettagli del suo omicidio per mano del marito violento. Il fantasma ha detto a Mary Jane che Shue si era rotta il collo, ruotando la testa per dimostrarlo.

Mary Jane ha riferito queste informazioni alla polizia che ha ritenuto la testimonianza sufficiente per far riesumare il corpo per praticare una seconda autopsia. Il 22 febbraio 1897, i medici hanno esaminato ancora una volta il corpo di Zona, questa volta senza l’interferenza del marito. L’autopsia ha scoperto che la trachea di Zona era schiacciata e i suoi legamenti strappati, con segni di strangolamento lasciati sulla pelle. Il suo collo era stato chiaramente rotto con la forza. Poco tempo dopo, Edward fu arrestato e accusato dell’omicidio di sua moglie.

Un processo paranormale

Durante il processo, l’avvocato di Edward ha commesso l’errore di pensare che la testimonianza paranormale di Mary Jane non avrebbe retto in tribunale. Tuttavia, la sua storia ha resistito al controinterrogatorio e il giudice ha avuto difficoltà a convincere la giuria di ignorare il racconto toccante delle visite di una figlia dall’oltretomba.

L’11 luglio, Edward è stato riconosciuto colpevole dell’omicidio di Zona e condannato all’ergastolo. Morì tre anni dopo per una malattia sconosciuta e fu sepolto in una tomba anonima. Mary Jane Heaster visse altri 19 anni, senza mai esitare sulla veridicità della sua storia. Quanto allo spirito di sua figlia, il Fantasma di Greenbrier? Dopo che la giustizia ha avuto il suo corso, non è mai più apparsa al capezzale di sua madre. Aveva finalmente ha finalmente trovato la pace.

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Esperienze Di Pre Morte

Esperienze Di Pre Morte: Harry T.

Sogni che predicono la morte

Sogni che predicono la morte