in

Ipnosi regressiva e vite precedenti

Curiosi di conoscere le vostre vite precedenti? Ecco cosa sapere sull’ipnosi regressiva

Hai mai incontrato qualcuno per la prima volta e avere la sensazione di conoscerlo da sempre? Forse avevi già incontrato quella persona in una vita precedente! Attraverso l’ipnosi regressiva è possibile tornare alle vite precedenti. Come sempre ci sono pareri discordanti al riguardo. Ecco cos’hanno da dire gli esperti di scienze di parapsicologia a riguardo.

Cosa sono le vite precedenti?

L’ipnosi regressiva e le vite precedenti, presuppongono che esista il fenomeno della reincarnazione e con essa il concetto che la nostra anima sopravviva a più vite terrene.

La terapia dell’ipnosi regressiva deriva dall’idea che ci sia un filo conduttore tra una vita e l’altra e che tutti noi possediamo un qualche tipo di coscienza (o in termini religiosi, un’anima) che sperimenta vite successive.

Alcune persone credono che i ricordi, i sentimenti e persino i traumi delle vite passate possano ancora influenzare le loro vite odierne. Ad esempio, c’è chi desidera provare l’ipnosi regressiva per sconfiggere paure che pensano possano derivare da traumi vissuti in vite precedenti. A volte le nostre esperienze nelle vite precedenti possono influenzarci senza esserne minimamente consapevoli. Partecipare ad una sessione di ipnosi regressiva, può anche servire a conoscere meglio se stessi e saperne quindi di più sulla propria natura.

Cos’è l’ipnosi regressiva?

In una seduta di ipnosi regressiva per ricordare vite passate, il terapeuta ti guida in uno stato di completo rilassamento, proprio come accade nella classica ipnosi. In questo caso, però, il terapeuta ti invita a portare alla mente i ricordi delle tue vite passate.

Ricordare le vite precedenti può aiutare a conoscere chi eri nella tua vita passata, gli eventi chiave, i luoghi in cui hai vissuto, le emozioni che hai provato e addirittura anche le persone che hai conosciuto in quella vita precedente. Può anche capitare, durante l’ipnosi regressiva, di passare attraverso la morte di quella vita passata e rivedere l’aldilà.

Una volta individuato il nodo da sciogliere nella vita passata. Allora il terapeuta potrà aiutarci anche in questo processo così da migliorare la nostra vita attuale.

Pratiche per entrare in contatto con la tua anima (e potenzialmente con le vite passate).

Cercare di ricordare le vite passate da soli è un processo molto diverso dal farlo in una sessione guidata. Tuttavia, ci sono alcune strategie per potenzialmente portare a galla a il ricordo di una vita passata.

Prima di provare, tuttavia, bisogna essere consapevoli che non si sa mai cosa potrebbe venire fuori. Non è escluso che tornino alla memoria ricordi sconvolgenti, per questo è necessario procedere con molta cautela.

Cerca indizi sulle tue vite precedenti.

Uno dei modi più semplici per iniziare ad attingere ai ricordi di una vita passata è osservare le cose che ami. Che si tratti di una persona, di un luogo, di un’abilità particolare, della tua carriera lavorativa o persino del tuo piatto preferito. Sono tutte cose che potresti aver ricevuto in eredità da una vita precedente.

Scruta bene nei tuoi sogni

I sogni possono offrirci molti indizi sulle vite passate, soprattutto se hai sogni ricorrenti, e quelli che sono particolarmente vividi. 

Chiedi a te stesso di darti informazioni

Prima di cominciare la meditazione, o di andare a dormire la notte, ripetiti che vorresti ricevere informazioni sulle tue vite precedenti. Chiedi semplicemente a te stesso di sognare le informazioni desiderate o di o di ottenerle meditazione. Alcune persone ottengono hanno avuto ottimi risultati con questo semplice accorgimento.

Cosa dice la scienza dell’Ipnosi regressiva per le vite precedenti?

Come accade con la maggior parte delle discipline gnostiche, la terapia dell’ipnosi regressiva così come l’idea che possano esistere delle vite passate in generale, non è supportata dalla scienza moderna.

Ci sono alcuni racconti di bambini che raccontano le loro passate fornendo dettagli accurati su di un periodo di tempo di cui probabilmente non dovrebbero essere a conoscenza, ma la scienza ritiene tali prove insufficienti e insussistenti.

Sebbene ci siano prove che alcuni bambini piccoli abbiano ricordi di una vita passata, c’è ancora molto poco che suggerisca che l’ipnosi regressiva porti a galla veri ricordi di una vita passata.

Finora, la ricerca indica che mentre chi, attraverso l’ipnosi regressiva ricorda vite precedenti, è convinto che si tratti di un fatto reale, la scienza parla di banali fantasie.  Anche se, dopo l’ipnosi regressiva, il paziente migliora i suoi vari sintomi fisici o psicologici, questo per la scienza non fornisce la prova che quella ricordata sia una vera vita precedente.

In Conclusione

L’ipnosi regressiva per le vite precedenti, si basa sull’idea stessa che possiamo accedere a lezioni da vite precedenti, che però non è supportata dalla scienza. Tuttavia, coloro che sono più inclini alla spiritualità potrebbero trovare valore nell’esplorare un nuovo lato di se stessi e della propria anima.

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
vite precedenti sogni

Le vite precedenti lasciano tracce nei sogni

messaggi ringraziamento condoglianze

Messaggi di Ringraziamento per le Condoglianze