in

La vita dopo la morte nella Cultura Islamica

Quello che la Cultura Islamica prevede per i suoi fedeli che passano a miglior vita

La vita dopo la morte nella cultura Islamica

I musulmani credono nella vita eterna che viene dopo la morte. Nel Giorno del Giudizio, Allah Onnipotente deciderà sulla base delle singole azioni se inviare un individuo se a Jannah (Paradiso) o Jahannam (Inferno). A descrivere la vita dopo la morte nella cultura Islamica ci pensa Allah Onnipotente: “Osserva come diamo ad alcuni eccellenza su altri; nell’altra vita, però, ci saranno livelli più elevati ed eccellenza maggiore” (Corano, 17:21). Chiunque compia buone azioni in questa vita entrerà dunque in Jannah e i trasgressori entreranno in Jahannam.

Allah Onnipotente descrive la vita dopo la morte, nella cultura islamica, di chi andrà in Paradiso: “[Ecco] la descrizione del Giardino che è stato promesso ai timorati [di Allah]: ci saranno ruscelli di un’acqua che mai sarà malsana e ruscelli di latte dal gusto inalterabile e ruscelli di un vino delizioso a bersi, e ruscelli di miele purificato. E ci saranno, per loro, ogni sorta di frutta e il perdono del loro Signore. Essi sono forse simili a coloro che rimangono in perpetuo nel Fuoco e che verranno abbeverati di un’acqua bollente che devasterà le loro viscere?” (Corano, 47:15). Da questo verso del Sacro Corano, possiamo descrivere il paradiso come un giardino in cui ci sono belle donne, frutti succosi, fiumi d’acqua, latte, vino e fiumi di miele limpido.

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

    Loading…

    0
    La vita dopo la morte nella cultura Islamica

    Come è il Paradiso dei Cristiani?

    il paradiso islamico

    Il Paradiso islamico descritto nel Corano