Psicologia

Messaggi Dall’Oltretomba

Messaggi Dall'Oltretomba - cosa c'è dopo la morte

Di solito, leggendo “messaggi dall’oltretomba” si pensa a questioni paranormali legate a medium e a sensitivi. Ebbene, questa volta no. In questa occasione, i “Messaggi Dall’Oltretomba” sono veri e propri messaggi di testo che qualcuno ha deciso di inviare una volta morto.

Quando una persona cara muore, inevitabilmente la portiamo con noi, nei nostri ricordi. C’è chi trova conforto nel salvare vecchi messaggi sul cellulare, note vocali, e-mail o qualunque altra cosa serva a ricordarci della persona che abbiamo perso. Altra gente trova questa pratica troppo dolorosa e preferiscono gettare via tutto. Entrambi gli approcci sono ok, dato che ognuno ha il suo modo di elaborare il lutto..

Messaggi Dall’Oltretomba

Pianificare un messaggio in maniera che possa arrivare dopo la nostra morte, può sembrare qualcosa di strano e forse anche morboso. Tuttavia è qualcosa che fa parte del nostro processo di accettazione della morte. In più, se si contano gli innumerevoli tentativi di mettersi in comunicazione con l’altro mondo per mezzo di medium, tavolette Ouija eccetera, un messaggio di testo postumo può essere perfettamente plausibile.

La Scrittura come terapia

Scrivere lettere ad una persona cara deceduta può aiutare nel processo di accettazione del lutto e a lenire un po’ il dolore. In più, questa pratica è utile a mantenere il legame anche dopo molto tempo che quella persona non è più in questo mondo.. Può accadere che una persona muoia inaspettatamente e non si abbia il tempo di salutarla come si deve. Scrivere lettere ad un defunto permette in un certo senso di continuare una conversazione con lui.

Scrivere, però, non è soltanto qualcosa che allevia il dolore di chi rimane. La scrittura può essere terapeutica anche a chi è consapevole di essere vicino al capolinea.

A tal proposito è toccante quanto riferito da una badante che assisteva una malata consapevole di essere ai suoi ultimi giorni di vita:

Una persona di cui mi prendevo cura mi ha chiesto di scrivere, sotto sua dettatura, delle lettere alle sue figlie prima che morisse. Soffriva di memenza ma quella volta era totalmente lucida e abbiamo passato la notte a parlare della sua imminente morte. Alla fine mi ha chiesto di scrivere, per conto suo, delle lettere alle sue figlie, ben sapendo che probabilmente presto la sua demenza avrebbe preso di nuovo il sopravvento. Era così triste, ma lei è stata così coraggiosa e forte da affrontare la situazione a testa alta e le figlie, in seguito, hanno fatto tesoro delle sue lettere.

Quella è stata in realtà la notte che mi ha portato a capire davvero cosa volesse dire prendersi cura di chi sta morendo. La donna mi ha detto che desiderava che io fossi con lei quando sarebbe morta e mi ha chiesto di tenerle la mano quando sarebbe arrivato il momento, perché si sarebbe sentita confortata.”

Conservare i Legami con un defunto

Sebbene possa apparire strano soltanto pensare di far arrivare a qualcuno messaggi solo dopo essere morti, non è che uno dei tantissimi modi in cui le persone cercano di conservare i legami con il defunto. Solo che in questo caso è il defunto a cercare i vivi e non il contrario, come accade di solito.

E se da un lato la famosa teoria delle cinque fasi del lutto è ancora valida, questa mira ad una separazione psicologica dei vivi dai morti. Attraverso le cinque fasi del lutto si cerca di rompere i legami con il caro defunto mentre questo modello alternativo suggerisce che i legami con i morti non vanno necessariamente recisi ma trasformati. Secondo alcuni tra gli psicologi sarebbe possibile stabilire una nuova relazione con quelle persone che non sono più presenti fisicamente.

E se come dice Jamie Andersonil dolore è l’amore che non sa dove andare” , allora scrivere messaggi e lettere a chi è morto può essere d’aiuto alle persone in lutto ad incanalare quel dolore e a sentirsi ancora in contatto con il defunto. Per alcuni, quindi, leggere lettere, messaggi o guardare filmati del defunto può essere prezioso durante il lutto

Messaggi Pianificati

Ci sono organizzazioni (a pagamento) che ti permettono di creare messaggi che verranno consegnati dopo la morte. Gone Not Gone, ad esempio, è una di queste che, per accertarsi che tu sia morto, ti invierà mensilmente sulla tua email un link da seguire.

Lascia un Commento