in

Pensare sempre alla morte

Pensare sempre alla morte

La morte è una parte naturale della vita, ed è quindi normale pensarci di tanto in tanto. Ma è anche molto comune per alcune persone che soffrono di disturbi mentali soffermarsi a pensare alla morte più del solito. Pensare sempre alla morte potrebbe metterti a disagio ma la situazione può diventare particolarmente preoccupante se insieme a questi pensieri dovessero affacciarsi idee suicide.

Da dove vengono questi pensieri sulla morte?

Ci sono molte ragioni per cui potresti pensare molto alla morte. Comprendere questi motivi è il primo passo per trovare soluzioni e idee su come smettere. Ecco alcuni casi:

Depressione

Uno sintomi più comuni tra le persone che soffrono di depressione è quello di pensare sempre alla morte. Quando si soffre di depressione, è molto facile soffermarsi sui pensieri negativi dato che questi, proprio come i pensieri sulla morte diventano sempre più appiccicosi. Trattare la depressione che c’è alla base può senza dubbio aiutarti a concentrarti su pensieri più positivi.

Ansia

Nella tua testa continuano a formarsi pensieri ossessivi o invadenti. Tra questi pensieri ossessivi c’è anche quello di morte. Il fatto di pensare sempre alla morte può derivare oltre che dalla depressione anche dall’ansia. Questi tipi di pensieri potrebbero includere la preoccupazione che non solo tu, ma anche qualcuno che ami possa morite. Questi pensieri intrusivi possono iniziare come pensieri leggeri, innocui e passeggeri ma tendiamo a fissarci su di essi perché ci spaventano.

Sofferenza

La nostra naturale curiosità nei confronti della morte diventa più intime quando stiamo vivendo un dolore legato alla mortre di un familiare, un amico o di un animale domestico. Quando qualcuno a cui teniamo muore, è naturale pensare a cosa significhi la morte. Ti starai chiedendo cosa sia veramente la morte, cosa è successo alla persona amata e cosa succederà a te quando morirai.

La morte è una parte naturale della vita e queste sono domande che tutti si pongono di tanto in tanto. Concediti il ​​tempo di soffrire. Molte persone trovano conforto guardando programmi TV o film sul dolore e la perdita, leggendo libri o poesie al riguardo, o parlando con un sacerdote o chiunque altro di cui ti fidi di quello che stai passando.

Scrivere i tuoi sentimenti in un diario può aiutarti a sentirti meglio

Se stai sperimentando pensieri intrusivi sul suicidio o se cominci a pensare che ucciderti sia un’opzione, apriti con le persone che hai intorno a te affinché possano aiutarti a ritrovare quella sicurezza in te stesso e nel tuo futuro che hai perso. Chiedi aiuto al tuo medico, o parlane con uno specialista.

Puoi anche informarti presso Il Telefono Amico che risponde al numero 02 2327 2327 tutti i giorni dalle 10 alle 24.

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
La morte nella cultura Cattolica

La morte nella cultura Cattolica

La morte nella cultura Cristiana, morte

La morte nella cultura Cristiana