in

Superare il dolore per un lutto

Di certo quelli di lutto, sono i momenti più difficili per ogni individuo

Superare il dolore per un lutto

Ogni esperienza è unica, complessa e personale. Il dolore può riguardare la morte di una persona cara o potrebbe limitarsi ad un cambiamento drastico nella vita come un divorzio o la perdita del lavoro. La cultura di base, la personalità ed esperienza possono influenzare il tempo necessario a superare il dolore per un lutto

Uno psicologo può essere d’aiuto

L’aiuto di uno psicologo può aiutare superare il dolore per un lutto e a mantenere una “sane connessione” con la persona amata perduta. Molte persone trovano la catarsi parlando dei loro cari deceduti. Soffermarsi sui ricordi positivi può rafforzare il legame con la persona smarrita.

Tuttavia, alcune persone potrebbero diventare eccessivamente attaccate al defunto. Nei casi di dolore complicato, una persona può sentirsi senza speranza e desiderare di morire così da riunirsi alla persona amata. Un terapista può agevolare l’adattamento ad una vita senza la persona amata e anche a rafforzare i legami con gli amici e la famiglia.

Un altro obiettivo della terapia per superare il dolore per un lutto, è aiutare ad accettare le sensazioni e le reazioni alla perdita. La società potrebbe arrivare a stigmatizzare una esagerata reazione al lutto, ma durante la terapia si è liberi di esprimere i propri sentimenti temere di essere giudicati. Uno psicologo può essere d’aiuto a superare rimpianti e sensi di colpa nei confronti del defunto.

Molto efficace è la terapia di gruppo. Nella terapia di gruppo, condividere pensieri e sentimenti con altre persone in lutto potrebbe risultare di fondamentale importanza. La terapia familiare può invece essere adatta per una famiglia che sta soffrendo per la perdita di un membro della stessa.

Anche i bambini devono Superare il dolore per un lutto

All’inizio i bambini potrebbero non riuscire a comprendere la situazione. I bambini piccoli, in particolare, possono credere che il defunto tornerà o credere di essere essi stessi in pericolo di morte. Tuttavia, i bambini sono in grado di comprendere la morte, a condizione che gli adulti gliela spieghino in termini semplici e diretti.

In alcuni casi, una morte può cambiare la routine quotidiana di un bambino. Ad esempio, un genitore vedovo potrebbe dover assumere una babysitter mentre è al lavoro. Gli adulti possono aiutare i bambini facendo loro sapere a quali cambiamenti andranno incontro. I bambini spesso si sentono più sicuri in un ambiente prevedibile.

I bambini spesso guardano gli adulti per sapere come comportarsi. Se un adulto nasconde la propria tristezza, probabilmente un bambino proverà a fare lo stesso. Quando gli adulti parlano delle proprie emozioni, i bambini possono imparare a riconoscere e accettare i propri sentimenti.

All’inizio i bambini potrebbero avere difficoltà ad esprimere i loro pensieri. La natura immediata del loro dolore può sopraffarli. Alcune attività, come la leggere racconti o farli giocare, possono aiutarli a farli aprire. I bambini spesso trovano più facile parlare di un personaggio immaginario triste che di se stessi.

Le conseguenze di un lutto

Ci sono vari aspetti di una persona che possono essere scombussolati sperimentando un lutto.

  1. L’aspetto fisico

Lo stress dovuto al dolore può causare cambiamenti nel corpo. Si potrebbero accusare dolori inspiegabili, problemi di sonno o cambiamenti nell’appetito. La fatica è particolarmente comune e si avrà bisogno di intervalli di risposo più lunghi.

Durante questo periodo, la routine può fornire un senso di stabilità. Una dieta nutriente può ridurre lo stress. Anche un programma di sonno prestabilito può aiutare a stabilizzare i livelli di energia.

  1. L’aspetto cognitivo

Lo stato mentale può essere compromesso durante il lutto. Si possono sperimentare difficoltà nella concentrazione o nel prendere decisioni. Come il resto del tuo corpo, il cervello potrebbe aver bisogno di prendersi una pausa.

Durante la fase acuta di un lutto si dovrebbe limitare o evitare la consumazione di bevande alcoliche. Sebbene l’alcol possa aiutare con un sollievo temporaneo, non è una soluzione a lungo termine per il dolore.

  1. L’aspetto emotivo

Nel lutto ci si potrebbe trovare ad essere sopraffatti dalle emozioni o addirittura divenire completamente insensibile. Non ci sono sentimenti “cattivi” durante il dolore. La cosa migliore è accettare tutte le emozioni ed avere pazienza. Molte persone in lutto trovano conforto nell’ascoltare la musica. La musica allegra può migliorare l’umore di una persona mentre musica triste può essere d’aiuto per la catarsi del dolore. Potresti preferire musica diversa nelle diverse fasi del processo di lutto. Una canzone legata al defunto può essere troppo dolorosa da ascoltare all’inizio, ma con il passare del tempo il dolore si trasformerà in nostalgia.

  1. L’aspetto spirituale

Quando una persona cara muore, spesso ci si pone domande sulla morte e sulla vita. Le persone che hanno forti convinzioni spirituali possono trovare conforto nel parlare con i loro capi spirituali.

  1. L’aspetto sociale

Il dolore è un processo difficile da affrontare da soli. Il supporto di parenti ed amici può facilitare il recupero. Quando una persona muore, le dinamiche tra i propri cari possono cambiare. Potresti avvicinarti ad alcuni parenti e a distaccarti da altre. Persone diverse possono soddisfare esigenze diverse. Un amico può offrire una spalla su cui piangere. Un altro potrebbe essere più adatto per i giorni in cui hai bisogno di rallegrarti. I cari sopravvissuti non possono sostituire il defunto, ma possono aiutarti a riprenderti dalla perdita.

Se Non Sei già dei nostri allora ...

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Cosa si prova quando muore una persona a noi cara?

Cosa si prova quando muore una persona a noi cara?

La vita dopo la morte nella cultura Islamica

Come è il Paradiso dei Cristiani?