in

Vedere un corpo dopo la morte

Pensate che per voi sia meglio vedere il corpo di una persona cara o preferireste evitare? Ne parliamo in questo interessante articolo.

vedere il corpo di una persona

Alcune persone non hanno scelta. A causa delle circostanze non possono evitare di vedere il corpo di una persona, parente, amico, conoscente o addirittura sconosciuto chi sia.

Alcuni assistono direttamente alla morte. Può accadere ad esempio, a chi assiste ad un incidente stradale, ad un annegamento ad un improvviso malore fatale. Ci sono poi quelli che arrivano sulla scena della morte subito dopo quella morte come capita a chi scopre il suicidio di una persona o a chi viene avvisato da qualcun altro della morte di una persona cara che è appena accaduta.

Proteggere il corpo della persona amata

Chi ha avuto tali esperienze ha in seguito affermato affermato di aver avvertito un desiderio irrefrenabile di essere accanto alla persona morta; di abbracciarli, toccarli e confortarli. Non volevano che la persona morta rimanesse da sola, bensì con qualcuno che li amava. In altre parole, la persona in lutto sentiva ancora che la persona amata morta aveva la sua “identità sociale” che aveva bisogno di essere rispettata come tale. Non di rado le persone colte da un lutto improvviso tendono nei primissimi momenti a tenere professionisti o altri assistenti lontane dal corpo della persona amata appena deceduta.

Le sensazioni che prova la persona in lutto nel vedere il corpo di una persona amata in questo momento sarà diversa dal vedere il corpo della persona amata in seguito. Le reazioni sono, ovviamente, differenti quando non si ha alcuna capacità di prepararsi alla situazione in cui ci si è venuti a trovare trovano. Nel caso di disastri violenti, è spesso un’esperienza caotica e in rapida evoluzione.

Vedere un corpo… dopo

Dopo una morte improvvisa, ci sono di solito altre opportunità di vedere il corpo in un ambiente più formale e probabilmente molto più calmo, come capita in una camera mortuaria o in un’agenzia di pompe funebri. Spesso ci sono molte persone vicine alla persona che è morta, compresi i bambini, che potrebbero avere la morbosa curiosità di osservare il morto.

La decisione di vedere il corpo di una persona cara è una decisione importante. 

Una persona colta da un lutto improvviso, sperimenta qualcosa che di solito si tradurrà in un ricordo forte e centrale nell’esperienza del lutto. Questo può in seguito diventare un ricordo positvo, negativo, o addirittura entrambe le cose. Tuttavia, i sentimenti che derivano da quel ricordo possono mutare nel tempo.

Anche la decisione di non vedere un corpo è una decisione importante. 

Può generare sentimenti di rammarico per non aver visto la realtà della morte con i propri occhi. Probabilmente questa sensazione è qualcosa che capita spesso, quando si parla di morte improvvisa. La natura inaspettata e imprevista della morte genera quindi una sensazione di irrealtà associata a quella morte.

Una ricerca dell’Università di Oxford pubblicata sul British Medical Journal ha intervistato persone colte da un lutto improvviso.

La Ricerca ha concluso che:

  • Molte persone colpite da una morte improvvisa e traumatica pensano che sia importante vedere il corpo della persona amata.
  • Tuttavia, all’interno di una famiglia ci saranno reazioni differenti; alcuni parenti potrebbero voler vedere il corpo, ritenendo utile l’esperienza, ma altri no temendo di poterla trovare angosciante.
  • Vedere un corpo non integro (si pensi ad un forte trauma subito o a gravi lesioni) è inevitabilmente un’esperienza angosciante. La ricerca rivela però che spesso non ci si è pentiti di averlo fatto. I medici non dovrebbero quindi stabilire a priori che i parenti potrebbero essere disturbati vedendo un corpo contuso o danneggiato.
  • Coloro che erano indecisi o che avevano paura di vedere il corpo, sentivano di non avere scelta o di non essere ancora pronti a farlo.
  • Il modo in cui i parenti si rapportano al corpo indica che per i parenti sopravvissuti, la persona che è morta mantiene la sua identità sociale.

Pertanto, sebbene molte persone vittima di un lutto improvviso possono trovare utile l’esperienza di vedere il corpo della persona amata, è sconsigliabile incoraggiare una persona improvvisamente in lutto nel farlo. 

Un corpo può essere diverso nella morte che nella vita

Alcune persone che hanno subito un lutto improvviso potrebbero voler vedere il corpo della persona amata perché hanno avuto un’esperienza positiva nel vedere un corpo in precedenza, ad esempio un nonno morto di vecchiaia. Se qualcuno muore di vecchiaia, il suo corpo nella morte spesso rimane abbastanza simile al suo corpo in vita. Tuttavia, quando qualcuno muore all’improvviso, il suo corpo può apparire molto diverso da come appariva la persona in vita. Questo è particolarmente vero se la loro morte è stata violenta o se hanno subito un intervento medico urgente come un’operazione importante poco prima della morte.

Un corpo può essere diverso nella morte dalla vita per svariati motivi:

  • Per lesioni o procedure chirurgiche che hanno danneggiato il corpo. Ad esempio, la pelle ha cambiato colore a causa di emorragie interne, o l’aspetto del viso del corpo è cambiato a causa di una mascella rotta, o tagli, ecc.
  • un impresario di pompe funebri ha alterato l’aspetto usuale di una persona con un abbigliamento diverso dal solito, una differente pettinatura o con un trucco diverso. Tale “vestizione” del corpo può essere molto diversa da come l’avrebbe fatto la persona nella vita.
  • il corpo ha un odore diverso. Ad esempio, a causa di processi di imbalsamazione o antisettici utilizzati durante un’operazione.

Aiutare qualcuno nella scelta

Se hai il desiderio di aiutare la vittima di un lutto improvviso a prendere una decisione, è estremamente utile sapere quali cambiamenti sono avvenuti nel cadavere. Bisogna infatti come prima cosa, avvisare una persona in lutto che ci sono stati cambiamenti, se ci sono stati. Solo a quel punto chiedere a quella persona se desidera conoscere i dettagli di tali cambiamenti al fine di aiutarli a prendere la decisione di vedere il corpo.

Alcune persone in lutto potrebbero non voler essere informate di eventuali modifiche al corpo e potrebbero comunque non voler vedere il corpo. Potrebbero desiderare di ricordare la persona com’era nella vita e non avere questo ricordo intrusivo in alcun modo.

Alcune persone potrebbero voler conoscere i cambiamenti, ma poi scegliere di non vedere il corpo mentre altre, dopo aver conosciuto i cambiamenti, scegliere di non vedere il corpo. Ci sono persone che potrebbero voler scoprire i cambiamenti da sole e senza ricevere informazioni di seconda mano.

Prima che un parente possa vedere il corpo di una pesona cara sarebbe il caso di

  • Parlare con la persona in lutto per accertarsi di come questa voglia che sia l’esperienza. Potrebbero ad esempio voler essere lasciati soli, o vedere il corpo solo a distanza.
  • Accertarsi con il personale della camera mortuaria di come sarà l’esperienza. Ad esempio, sarà possibile per una persona in lutto toccare il corpo? Ci sarabbo alcune parti del corpo coperte in quanto troppo danneggiate? Ci sono parti che la persona in lutto non è consigliata di toccare perché fragili? Come sarà la stanza e ci sarà qualcun altro?

Ogni parola conta

Se stai dando informazioni a qualcuno che sta valutando se vedere o meno un corpo, è importante assicurarsi che le tue informazioni che stai offrendo siano comprese correttamente. Questo è particolarmente importante da verificare soprattutto quando ci si trova a parlare con bambini, con persone che comunicano in una lingua differente o con persone che hanno problemi di udito.

È difficile avere la giusta lucidità quando si subisce un lutto, soprattutto se improvviso. Conviene quindi continuare a parlare e a ripetere i concetti alla persona in maniera tale che vengano recepite correttamente.

Gestire l’esperienza

Se le persone che desiderano vedere il corpo sono più di una, intrattenete conversazioni con queste persone e accertatevi se desiderano eseguire la visita al corpo da soli o insieme. A volte stanze possono essere piccole e affollarsi facilmente, riducendo quindi la qualità dell’esperienza. I bambini devono essere gestiti con particolare attenzione, assicurandosi che siano accompagnati da un adulto che li assista adeguatamente per capire come stanno vedendo la situazione.

È anche importante che le persone in lutto considerino cosa faranno dopo aver visto un corpo. Bisogna assicurarsi che queste persone siano a loro agio in un posto sicuro e tranquillo e avere qualche minuto per sé e magari avere anche qualche genere di conforto. 

Regole e rituali religiosi

Quando si gestiscono questi tipi di situazione, è importante essere consapevoli e considerare le implicazioni di eventuali regole o rituali religiosi che la persona che osserva il corpo vuole osservare.

È importante essere ricettivi alle differenze culturali e religiose e consultarsi con la famiglia per identificare i loro bisogni particolari. Sebbene ci siano alcune regole generali, è importante non fare supposizioni basate su un preconcetto religioso o culturale. Tuttavia, la conoscenza di situazioni simili può facilitare la comunicazione e la comprensione.

Identificazione di un corpo

Spesso la polizia richiede l’identificazione di un corpo; tuttavia a volte nessuno vuole vedere il corpo. In questo caso, alcuni paesi consentono l’identificazione attraverso una fotografia o attraverso il vetro.

Seguici Su Facebook

Che ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Deathbed Phenomena, Fenomeni In Punto di Morte

Deathbed Phenomena, Fenomeni In Punto di Morte

Esistono però cadaveri che non si decompongono?

Cadaveri che non si decompongono